Raccoltissima 2019

Tempo di lettura: 5 minuti

Perugia: Presentata la “Raccoltissima 2019” pro Empori della Solidarietà

Raccoltissima 2019
Raccoltissima 2019

Perugia: La “Raccoltissima 2019. Dalle mani dei giovani alla tavola dei poveri”
La “Raccoltissima 2019. Dalle mani dei giovani alla tavola dei poveri” è l’iniziativa quaresimale promossa dalla Pastorale giovanile di Perugia-Città della Pieve, in collaborazione con Caritas e Ufficio missionario, a sostegno delle attività dei quattro “Empori della Solidarietà” attivati dalla Chiesa nelle aree più sensibili a livello sociale del territorio perugino.
Scoprire il servizio della carità da adolescenti.
La “Raccoltissima 2019” vorrebbe essere l’avvio di un progetto, spiega don Luca Delunghi, direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile, che ha la finalità di «rendere la Quaresima un tempo di carità per i giovani, dove poter vivere intensamente il servizio e scoprire la bellezza del servizio. A chiedercelo è anche il nostro cardinale Gualtiero Bassetti, affinché i ragazzi prendano sempre più coscienza dell’impegno della carità nelle opere di misericordia. E’ necessario che i giovani, sin da adolescenti, scoprano la carità aprendo di più i loro occhi per avere uno slancio maggiore nel farsi carico del prossimo, ad iniziare dal compagno di scuola in difficoltà. Per questo il nostro progetto assume un certo valore pedagogico e sociale, che quest’anno volge l’attenzione all’esperienza della raccolta viveri per le dispense dei nostri empori». Si tratta di beni di prima necessità: scatolame, latte, biscotti, olio, alimenti a lunga conservazione.
I due tempi della “Raccoltissima 2019”.
Quest’iniziativa, sottolinea don Luca, ha due tempi di realizzazione, il 23 marzo e il 30 marzo, per tutta la giornata. «Il primo – spiega il sacerdote – è quello della sensibilizzazione attraverso l’opera di volantinaggio sul territorio, nelle parrocchie e nei supermercati e centri commerciali che hanno aderito. Il secondo è quello della raccolta effettiva (sabato 30 marzo, n.d.r.), che potrà essere fatta anche “porta a porta” dove i ragazzi saranno accompagnati dai parroci o loro collaboratori, andando a cercare gli alimenti casa per casa. E’ un’occasione per conoscere meglio gli abitanti del quartiere, avviando un dialogo con chi è solo o anziano».
La fase della formazione.
I due tempi della raccolta saranno preceduti dalla “fase della formazione” in cui i ragazzi si incontreranno nelle loro Zone pastorali con i referenti dei giovani e degli operatori Caritas per conoscere meglio le realtà dei quattro empori e sapere cosa andranno a fare il 23 e il 30 marzo, soprattutto, evidenzia don Luca, «per chi si sporcheranno le mani».
La Veglia diocesana di preghiera.
Altro atteso appuntamento di formazione-riflessione sulla “Raccoltissima 2019” sarà la tradizionale Veglia diocesana di preghiera di Quaresima dei giovani con il cardinale Bassetti nella cattedrale di Perugia, martedì 26 marzo (ore 21). Il presule conferirà ai partecipanti un mandato di “servizio-missione” per la “Raccoltissima”. «La Veglia – annuncia sempre don Luca – sarà una Via Crucis dedicata ai “Volti dell’Amore. Quello che le nostre mani toccarono del verbo della vita” (1 Gv 1,1), con alcune testimonianze di chi già in diverse forme vive il servizio verso i poveri: i crocifissi nella povertà. A portare la propria testimonianza saranno alcuni ministri straordinari dell’Eucaristia, volontari degli empori, giovani che hanno fatto esperienza di missione in Malawi (dove la Diocesi di Perugia ha un rapporto solidale con la Diocesi di Zomba), e persone in difficoltà fruitori degli empori.
La giornata conclusiva della “Raccoltissima 2019”.
Il giorno seguente la “Raccoltissima”, domenica 31 marzo, tutte le parrocchie che hanno vissuto quest’esperienza faranno convogliare, attraverso i loro giovani, i prodotti ricevuti in una struttura della zona industriale di San Sisto, nelle vicinanze dell’Emporio “Divina Misericordia”, per lo stoccaggio e successiva distribuzione agli empori secondo le necessità.

Puoi condividere...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •