La visita. Papa Francesco in Marocco, nuovo abbraccio di pace con l’islam

In continuità con il percorso partito ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi, il Papa fa scalo in un altro Paese a maggioranza islamica. «Vengo come pellegrino di pace»

L’interno della Cattedrale di Rabat dove domenica il Papa incontrerà il clero
L’interno della Cattedrale di Rabat dove domenica il Papa incontrerà il clero

L’abbraccio tra Mohammed VI e papa Francesco sarà ancora più forte di quello con l’Imam di Al-Azhar, che ha reso storica la visita negli Emirati Arabi Uniti. Questo sabato a Rabat, dove il Papa arriverà alle 14, si incontreranno il discendente di Maometto e il successore di Pietro.

Trentaquattro anni dopo l’abbraccio tra Giovanni Paolo II e re Hassan II. Mohammed VI e Bergoglio hanno voluto questo incontro per spianare la strada alla pace e la visita apostolica rappresenta il primo passo reale verso la “fratellanza umana” invocata dal documento firmato ad Abu Dhabi dal Pontefice e dal grande imam. Anzi, per meglio dire, i contenuti di quel documento – rispetto per i credenti di fedi diverse, condanna della discriminazione, diritti delle donne… – trovano già attuazione nelle riforme imposte in questi anni dalla monarchia marocchina, la quale sulla condanna del terrorismo – altro passaggio chiave della dichiarazione di Abu Dhabi – si è ritagliata un importante ruolo geopolitico. Con l’Ue, il Marocco ha un «Accordo di associazione» e con la Nato ha creato un asse nella lotta al terrorismo islamico: «i terroristi non sono musulmani» ha dichiarato il re il 20 agosto 2016, giorno dell’Indipendenza.

I marocchini si attendono una visita storica. Tale sarà quella di papa Francesco se non verrà turbata dalle polemiche sui migranti – il Marocco garantisce all’Europa la blindatura delle frontiere di Ceuta e Melilla – e sul Sahara Occidentale, conteso con il fronte Polisario. Avranno grande spazio i momenti di dialogo interreligioso. L’acme sarà l’incontro con il re. Mohammed VI discende da Maometto e si qualifica come “comandante dei credenti”: quelli del Libro, compresi cristiani ed ebrei che il re si assume il dovere di proteggere.

Puoi condividere...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •